skip to Main Content

Crisi Sampdoria, ora basta illudere i tifosi…

di Massimiliano Lussana
Crisi Sampdoria Tifosi

Continua la crisi di risultati della Sampdoria anche con Stankoivic seduto in panchina. Ora basta illudere i tifosi anche con una cessione quasi impossibile…

Sapete qual è la cosa più triste di un pomeriggio in cui la Sampdoria ha toccato il fondo o, meglio, quasi il fondo perché credo che la partita di Giampaolo contro il Monza o quella di Di Francesco a Verona restino sul podio?

La cosa più triste è stata restare una mezz’oretta fuori dallo stadio, in attesa del consueto intervento di Giuseppe Viscardi, che richiede giustamente tempi tecnici degni di Michael Cimino quando realizzò “I cancelli del cielo”, e parlare con tantissimi tifosi. Insomma, in tutti, ma proprio in tutti, non ho incontrato rabbia, indignazione, voglia di rivolta, ma molto più semplicemente, rassegnazione.

E dico con molta sincerità che la classifica non sarebbe nemmeno drammatica: la Sampdoria è certamente, per distacco, forse insieme al Verona, la squadra che in questo momento gioca peggio a calcio in serie A, anzi non gioca proprio a calcio, non tirando mai in porta, nemmeno per sbaglio – la prima parata del portiere della Fiorentina, Pietro Terracciano è arrivata a tre minuti dalla fine, peraltro su un tiro citofonato – ma Lecce, che gioca benissimo, e Spezia, che a Milano avrebbe tranquillamente meritato il pari, sono lontane solo tre punti.

Ora, questa settimana ci sono altri due appuntamenti: mercoledì sera a Torino contro i granata e sabato pomeriggio al Ferraris contro il Lecce, prima della pausa per i Mondiali.

Crisi Sampdoria, quanti errori sono stati commessi…

Non ho dubbi che Stankovic rinuncerà lui stesso all’ingaggio se si renderà conto che questa è un’impresa disperata, con una squadra senza capo né coda, con i soldi spesi malissimo. Penso al quasi triennale a Giampaolo o al rinnovo del contratto a Quagliarella, che qualcuno dovrebbe spiegare che senso ha avuto. Ma dico chiaramente che se dopo queste due partite la situazione sarà ancora la stessa, l’unica cosa saggia da fare sarà richiamare Roberto D’Aversa incredibilmente esonerato dopo che aveva fatto venti punti in 22 partite, senza il mercato che poi è stato fatto al suo successore.

E senza quei punti non staremmo qui a parlare della salvezza della Sampdoria.

Insomma, se non cambia l’inerzia del campionato, l’unica soluzione sarà quella di chiedere scusa al mister, che è ancora sotto contratto, e provare il miracolo.

Ma, oggettivamente, tutti i segnali – dopo la ripresa, almeno caratteriale, che sembrava essersi palesata nelle prime partite di Deki – sono disperati e disperanti.

Crisi Sampdoria, la Sud non manca mai gli altri tifosi sì…

Crisi Sampdoria, ora basta illudere i tifosi…

LEGGI ANCHE Sampdoria, Winks si è operato alla caviglia. Le sue condizioni

Dopo tre minuti, la Sampdoria aveva preso il solito goal sotto la Sud, fotocopia di tantissimi altri gol presi allo stesso modo e nello stesso posto negli anni e la partita, praticamente, è finita lì.

Anzi, a prolungarla un po’ è stato il VAR che ha giustamente corretto una decisione dell’arbitro Marinelli che aveva fischiato un rigore per un presunto fallo di Audero che dagli spalti mi era sembrato assolutamente netto e che, invece, non c’era. Avrei sbagliato anche io, fischiando subito la massima punizione.

Ma, in realtà, era solo un prolungamento dell’agonia della peggiore Sampdoria di sempre (alla pari con quelle già citate) che pare non avere più nulla da dare, né da chiedere al campionato.

Correndo dietro alle leggende metropolitane sugli sceicchi, le cordate, i compratori illustri, gli organigrammi futuri degli ex illustri e simili amenità si è giunti a questo punto.

E oggi, sinceramente, anche Stankovic – che pure per la seconda volta ha messo in mostra uno splendido colpo di tacco, ancor più apprezzabile perché al volo e velocissimo – ce ne ha messo molto del suo: Yepes in panchina non si può vedere e, fosse per me, proverei subito anche Trimboli titolare.

Sampdoria, Stankovic non ha avuto le risposte che attendeva…

Ma, soprattutto non si possono vedere molti di quelli che vanno in campo e su questo l’allenatore serbo ha davvero poche colpe: faccio fatica a trovare uno che si avvicini, anche lontanamente, alla sufficienza, ma posso citare i peggiori per distacco. Certamente Vieira, entrato in campo in modo imbarazzante (una sua palla data a Leris che era chiaramente in fuorigioco è qualcosa che grida vendetta).

Certamente Villar, ancora una volta fra i peggiori. Poi tutti gli attaccanti, con l’unica attenuante per Montevago, che in un tempo non può diventare il parafulmine di una prestazione così indegna.

Certamente Leris, che chiaramente non può giocare in serie A.

Crsi Sampdoria, perché bisogna illudere i tifosi?

Per tutti l’appuntamento è alle prossime due partite, ma anche agli sviluppi societari. Sviluppi che, forse, a questo punto, potrebbero essere in tribunale, sperando in un cavaliere bianco che si presenti all’ultimo momento e salvi la società dal fallimento. Esattamente come fece tanti anni fa Enrico Preziosi con il Genoa.

Lasciate perdere l’etica e i benefattori: ma se voi foste un imprenditore preferireste investire tantissimi soldi su una squadra destinata a successi futuri o usare quei soldi per ripianare i debiti di altri?

La verità sta nella risposta a questa domanda. O si palesa qualcuno che, come la famiglia Agnelli-Elkann ripiana i debiti o le alternative sono davvero poche.

Meglio raccontare cose anche sgradevoli con sincerità che illudere i tifosi.

Non se lo meritano. Poi, ovviamente, spero con tutto il cuore di sbagliarmi, ma temo che la storia sia questa.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!