skip to Main Content

Sampdoria, problema prestiti: a rischio 23 milioni?

di Matteo Palmisano
Calciomercato Difesa Valencia Galatasaray Jeison Murillo Sampdoria Valencia

La pandemia di Coronavirus complica i piani della Sampdoria, che rischia di perdere 23 milioni dai mancati riscatti dei prestiti

L’emergenza sanitaria legata al Coronavirus rischia di avere un impatto negativo sulla situazione prestiti della Sampdoria, che rischia di perdere 23 milioni di euro. I problemi sono legati non tanto alle conferme, quanto ai rientri. I blucerchiati, infatti, dovrebbero rispedire al mittente Maroni, risparmiando così 10 milioni.

Anche Yoshida e Bertolacci sono in scadenza, ma, per il primo, la decisione di proseguire dovrà essere ridiscussa da entrambi, mentre il secondo, guadagnando appena 700mila euro, non graverebbe di molto  sulle casse societarie. Diverso il discorso per La Gumina, il cui riscatto sarà nel 2021.

LEGGI ANCHE Ultras Atalanta: “Basta Serie A, non ha più senso esultare…”

I problemi giungono in entrata, soprattutto per quanto riguarda i prestiti di Murillo e Caprari. Il colombiano a gennaio è andato al Celta Vigo, dove si è subito ambientato, giocando ben 9 partite da titolare. Il suo riscatto per 14,5 milioni sembrava essere certo, ma la pandemia e la derivante crisi economica del calcio spagnolo rischiano di far saltare tutto. Doppio problema per la Sampdoria, che dovrà riscattarlo obbligatoriamente dal Valencia per 14 milioni.

Anche il futuro di Caprari è un’incognita. L’attaccante si è trasferito al Parma in prestito oneroso a 2 milioni con diritto di riscatto fissato a nove con la certezza di restare in Emilia. La pandemia ha modificato i piani e Caprari potrebbe tornare a Genova. Dove non tornerà, sicuramente, Verre, che rimarrà a Verona, portando nelle casse della Sampdoria 4 milioni.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.











Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it