skip to Main Content

Sampdoria, Paolo Giampieri: Giampaolo ha esaurito il credito…

di Matteo Palmisano
Sampdoria Giampaolo Diamante Grezzo

Paolo Giampieri non ha dubbi sul futuro di Marco Giampaolo: il tecnico della Sampdoria ha finito il credito e serve una scossa prima del Monza

La pessima partenza in campionato della Sampdoria ha portato in molti a scaricare Marco Giampaolo, i cui numeri, dal ritorno, sono preoccupanti. Il tecnico, come affermato nel suo editoriale sul Secolo XIX da Paolo Giampieri, ha ormai finito il credito e la decisione sull’esonero – si legge – è da prendere prima del Monza.

Nell’editoriale di Giampieri un lungo preambolo è dedicato alla situazione critica della società Sampdoria. Una situazione che parte da lontano, ovverosia dal 2014, con la cessione a Massimo Ferrero:

Siamo al redde rationem, dicevano gli antichi, alla resa dei conti. Ci siamo arrivati partendo da lontano: è il 14 giugno 2014 quando l’Unione Calcio Sampdoria passa di mano gratis e senza un valido perché dagli imprenditori genovesi Garrone a Massimo Ferrero, semisconosciuto produttore cinematografico romano che nello stesso giorno patteggia una bancarotta fraudolenta a causa del fallimento della compagnia aerea Livingston.

Sampdoria, niente più credito per Marco Giampaolo

Sampdoria, Paolo Giampieri: Giampaolo ha esaurito il credito…

LEGGI ANCHE Sampdoria, i numeri ‘impietosi’ di Marco Giampaolo

La Sampdoria sta attraversando uno dei momenti più difficili della sua storia. Il consiglio d’amministrazione è diviso, così come è divisa l’area tecnica. Le colpe di questa situazione, dunque, sono molteplici, ma alla squadra servirebbe una scossa, che può arrivare solo con una mossa:

La Sampdoria si trova in uno dei momenti più difficili della sua storia: il club è ancora di proprietà dei Ferrero che però non possono avere cariche in società, il consiglio di amministrazione che lo guida (composto da Lanna, Romei, Panconi e Bosco) è diviso, così come è divisa l’area tecnica affidata a Osti e Faggiano. Soprattutto, i soldi sono finiti.

La complicatissima fase ha tanti padri e le colpe vanno certamente distribuite, un po’ a pioggia. Ma ormai il punto è un altro: hic et nunc, direbbero ancora i nostri avi, qui e ora, cosa possiamo fare per raggiungere l’obiettivo di primaria importanza, ovvero salvare la Sampdoria dalla Serie B? È evidente che a questa squadra dall’encefalogramma piatto serva una scossa e la scossa la si può dare solo esonerando l’allenatore.

Marco Giampaolo l’anno scorso si è salvato facendo quasi gli stessi punti di Roberto D’Aversa (16 in 16 partite contro 20 in 22). Ora è in fondo alla classifica con solo due punti. A frenare i dirigenti – si legge – sono l’aspetto economico, con il tecnico che prende 1,3 milioni, e quello strategico, con il cda diviso.

Una decisione, però, va presa:

Però una decisione ormai va presa e non può che essere quella di uscire dalla comfort zone: aspettare la prossima gara, in casa contro il Monza, non è una buona scelta perché Giampaolo ha finito il credito e, in caso di vittoria, l’esame sarebbe solo rimandato alla partita successiva, in una Bologna tradizionalmente ostile ai blucerchiati.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it