skip to Main Content

Sampdoria, Giampaolo: andiamo a casa in silenzio…

di Valerio Barberi
Sampdoria Fiducia Giampaolo

Parla dopo la partita persa male contro la Salernitana, Marco Giampaolo, il tecnico mette in luce tutti gli errori della sua Sampdoria

Una domenica pomeriggio da horror per la Sampdoria e i suoi tifosi. I blucerchiati arrivavano all’Arechi forti del pareggio casalingo con la Juventus, ma la prima in trasferta si è trasformata in un incubo. A fine match saranno 4 le reti segnate dagli uomini di Davide Nicola, zero quelle degli ospiti.

Marco Giampaolo non nasconde la sua delusione, non lesina critiche dopo quanto visto in questa nuova domenica di Serie A. Lo ha fatto ai microfoni di DAZN.

Partita bucata e incommentabile, l’abbiamo giocata con presunzione e una squadra come la nostra non può permettersi di sbagliare questa prestazione. Sopratutto quando impieghi sudore e fatica per crearti credibilità contro due squadre forti.

Dobbiamo fare mea culpa. È una sconfitta pesante per il punteggio e mina la nostra credibilità. Non riesco nemmeno a commentarla sul piano tecnico.

Sampdoria, le parole di Giampaolo dopo la Salernitana

Sampdoria, Giampaolo: andiamo a casa in silenzio…

LEGGI ANCHE UFFICIALE – Calciomercato Sampdoria: Cicaldau cambia squadra…

Quando gli chiedono degli errori tattici dei suoi, il tecnico blucerchiato non ha dubbi.

Siamo arrivati terzi su ogni pallone. Poco ordinati. Anzi per nulla. Concesso spazzi, subito l’ambiente.
Cose che se sommate ti portano poi a prendere 4 goal, come è successo. Abbiamo tirato di più, è vero. Ma dovevamo giocarla in maniera diversa. Avevo fiducia per quello visto nelle prime due giornate. La vedo migliorare e con buona autostima, ma la gara di oggi azzera di nuovo tutto.

Giampaolo poi rincara la dose, parlando delle 4 sostituzioni tutte insieme.

Avrei dovuto farne 11 di sostituzioni, mettere undici giocatori diversi. Tutti hanno giocato male sul piano mentale. Puoi permetterti di sbagliare con un mezzo giocatore non con undici. Quando subisci questo tipo di sconfitta rimetti tutto in discussione.

E adesso c’è la Lazio, in casa, mercoledì sera. Altro impegno complicatissimo.

La partita di mercoledì non è né opportunità, né fortuna. Sarà una partita contro un avversario forte, fortissimo. Bisogna pensare e capire che quando si fanno prestazioni di alto livello contro squadre forti pensi inconsciamente che sia più facile. Ma non c’è nulla di facile e se arrivi impreparato le partite le perdi. Non ci sono grandi differenze. Non funziona così il calcio.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it