skip to Main Content

Sampdoria Futsal, sconfitta immeritata con il Verona. La gara

di Valerio Barberi

Gara incredibile quella della Sampdoria Futsal contro l’Olimpia Verona, una sconfitta immeritata e decisioni arbitrali che fanno discutere.

Ci ha provato la Sampdoria Futsal. Ci ha provato davvero, perché fino a pochi secondi dalla fine della gara con l’Olimpia Verona era riuscita ad aprire il campionato. Il big match della diciottesima giornata mette di fronte le prime della classe, con i gialloblu che navigano a quota 46 punti e la Samp che insegue a 37.

Partono forte i ragazzi di mister Cipolla. Solo un palo e una grande parate del portiere avversario fermano i blucerchiati. Mentre all’11’ del primo tempo un altro legno si mette in mezzo alla Samp e alla prima rete. E alla fine la prima frazione di gioco si chiude 0-0.

Sampdoria Futsal, un finale di gara incredibile e scelte arbitrali incomprensibili

Sampdoria Futsal, sconfitta immeritata con il Verona. La gara

LEGGI ANCHE Sampdoria, Catalano dice addio dopo 11 anni: c’è Ranieri

Al 6′ del secondo tempo trova la rete del vantaggio la Sampdoria Futsal, Renoldi segna su assist Ortisi e s’infiamma il Palasport di Campo Ligure. A 24 secondi dalla fine, però, su un pallone vagante al limite dell’area, Titon è il più veloce e col destro gira in rete il pallone dell’1-1. Per la Samp è una doccia fredda.

Poi però la beffa finale. Defreitas segna a 9 secondi dalla sirena e alla fine è sconfitta, la più immeritata di tutta la stagione blucerchiata. Finale di gara incandescente, tanti i cartellini rossi, distribuiti però senza una logica dai due arbitri.

I primi a farne le spese sono Andrea Ortisi nella Samp e mister Castagna nel Verona, poi un terzo rosso viene sventolato in faccia a Simone Foti. Alla ripresa della gara, per gli ultimi 9 secondi ancora da giocare, la terna arbitrale comanda che la Samp riprenda il gioco in 3 contro 5, per le due espulsioni.

Peccato però che Ortisi, al momento del goal, non fosse in campo, essendo lui il portiere di movimento blucerchiato ed essendosi già dato il cambio con Lo Conte. L’espulsione del capitano quindi, a termini di regolamento, è avvenuta dalla panchina e non dal campo. Perché allora costringere la Samp a giocare gli ultimi secondi con soli 3 uomini in campo?



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!