skip to Main Content

Inter-Sampdoria, Ranieri: “Ramirez dall’inizio? Ecco perché”

di Francesco Tonelli

Un’ Inter-Sampdoria nettamente diversa da quella dell’andata. Mister Ranieri ammette il divario visto in campo e spiega la scelta di Ramirez titolare.

La Sampdoria esce da San Siro con cinque reti sul groppone, rifilatele dall’Inter scudettata di Antonio Conte. Una partita decisamente diversa e lontanissima da quella dell’andata, dove l’unico elemento che ricorre è la rete di Keita Baldè. Anche Claudio Ranieri, analizzando il 5-1 subito dalla Sampdoria, riconosce la prestazione sottotono della sua squadra.

La Sampdoria contro l’Inter è entrata in campo distratta? Ranieri risponde così in conferenza stampa:

Analizzando la partita a posteriori, la Sampdoria è entrata in campo più distratta rispetto ad altre partite. Possiamo dire tante cose, ma alla fine risulta che fin dal primo minuto l’Inter ha approcciato la gara molto bene e sono stati bravi ad indirizzarla nel verso giusto. Noi avremmo potuto essere più tranquilli, più sereni e più compatti, ma è stata una partita strana, sapevo che sarebbe potuta andare così. Quando giochi da neo campione è tutto più leggero, ti riesce tutto.

Cos’è cambiato in questa Inter-Sampdoria rispetto a quella del 6 gennaio, in cui i blucerchiati hanno vinto 2-1? Ranieri ha le idee chiare:

Beh è cambiato tanto. Noi a Marassi siamo stati bravi a non farli ragionare, a pressarli molto coi tempi giusti. Oggi invece non abbiamo azzeccato i tempi giusti. Non voglio dire che oggi sia stata la peggior partita della Sampdoria, perché sono sicuro che i ragazzi hanno corso forse più delle altre volte. Ma abbiamo corso male

Ramirez da titolare: la scelta tattica di Ranieri

sampdoria ramirez contratto torino calciomercato
 Inter-Sampdoria, Ranieri: “Ramirez dall’inizio? Ecco perché”

LEGGI ANCHE: Inter-Sampdoria, Ranieri: “Nessun demerito da parte nostra”

Tra gli undici iniziali della Sampdoria, Ranieri ha schierato Gaston Ramirez, sorprendendo un po’ tutti. Il mister, a fine partita, ha spiegato questa scelta:

Ho messo dentro Ramirez perché ci serviva un giocatore che schermasse il loro play, perché sapevamo che sarebbe stato un punto di riferimento importante

La scelta di schierare Gaston Ramirez è stata dettata dalla tattica, dunque. Ranieri ha cercato di mettere un giocatore per contrastare in modo fisso il regista dell’Inter, Eriksen. E il mister ha così optato per l’uruguaiano, che prima della partita di San Siro aveva giocato l’ultima volta il 14 marzo, a Bologna: allora solo 21 minuti corredati da un giallo per Gaston Ramirez. Una scelta che non ha ripagato del tutto Ranieri, nella giornata tetra di Milano in cui festeggia solo l’Inter.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!