skip to Main Content

Cska Sofia, tifosi razzisti e lancio di banane ai giocatori: Pardew si dimette

di Valerio Barberi
Alan-pardew

Decisone drastica quella di Alan Pardew, che si è dimesso dalla guida del Cska Sofia, dopo gli insulti razzisti dei tifosi. La ricostruzione

Una protesta contro i propri tifosi, un atto di forza per non restare indifferenti. È la storia di Alan Pardew, 60 anni, allenatore dal 1998, che si è dimesso e ha lasciato la guida del Cska Sofia. La stessa identica decisione l’ha presa Alex Dyer, il suo vice. Il primo tecnico di colore nella storia del club bulgaro e questa è una cosa da tenere bene a mente.

Tutto parte dallo scorso 19 maggio, quattro giorni dopo la sconfitta nella finale della Coppa di Bulgaria contro il Botev Plovdiv, altra squadra di Sofia. Insulti razzisti verso i calciatori di colore, ben quattro in rosa, e lancio di banane.

Le parole di Alan Pardew

Cska Sofia, tifosi razzisti e lancio di banane ai giocatori: Pardew si dimette

LEGGI ANCHE Calciomercato Sampdoria, Sottil vuole Saric: Faggiano non si arrende

LEGGI ANCHE Calciomercato Roma, vice Karsdorp cercasi: tutti i nomi sul taccuino di Pinto

I calciatori inizialmente si erano rifiutati di scendere in campo, ma alla fine sono stati convinti a giocare. Un episodio che comunque ha colpito lo staff tecnico.

Quello che è successo prima e dopo la partita col Botev Plovdiv è stato inaccettabile, non solo per me ma anche per il mio vice Alex Dyer e per i miei giocatori.

Questo piccolo gruppo organizzato di tifosi razzisti ha cercato di sabotare la partita e io non voglio allenare la squadra davanti a loro. Il Cska Sofia merita molto di più. È stato un onore e un privilegio servire questo grande club, ma sfortunatamente devo mettere fine alla mia permanenza qui.

Queste le parole del tecnico, con cui ha spiegato la sua scelta. Non si torna indietro, nessun ripensamento, non sarà più alla guida del Cska Sofia.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.











Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it