skip to Main Content

Cessione Sampdoria, tutti i dubbi di Stefano Versace su Di Silvio…

di Luca Uccello
Cessione Sampdoria Versace Di Silvio

La cessione della Sampdoria fa discutere e fa dividere i tifosi. Tra tanti dubbi ci sono anche di Stefano Versace su Di Silvio…

Sul proprio profilo facebook di Stefano Versace, imprenditore con oltre venti gelaterie non solo negli Stati Uniti ma anche in altri Paesi come Dubai, Iran e Cina, c’è un lungo post che porta la sua firma. Un post di riflessioni su quello che è oggi per la Sampdoria, squadra per la quale da sempre fa un grande tifo, potrebbe essere una grande occasione.

Ma da uomo d’affari, Stefano Versace si pone delle domande. Fa delle considerazioni che possono diventare dubbi. Riflessioni che vanno lette con attenzione perché oggi:

La Sampdoria ha bisogno urgentemente di un cambio di proprietà per una semplice ragione: o si ricapitalizza la società e si inizia quel lavoro di programmazione interrotto da Ferrero durante la trattativa di cessione al gruppo che usò Vialli come facciata, o a Natale i libri verranno portati in tribunale. C’è un terzo scenario? Sì, che a gennaio si svendano gli ultimi pezzi che abbiamo (Sabiri, Colley, eccetera) e si compri tempo per arrivare a giugno ma a giugno o arriva una nuova proprietà o il fallimento sarà inevitabile.

Quindi ben venga un compratore e ancora di più ben venga uno sceicco che di fondi da investire ne ha a bizzeffe e chi spera nel fallimento della trattativa spera solo nel fallimento della Sampdoria.

Stefano Versace prova ad analizzare i fatti da imprenditore

Stefano Versace non si permette di giudicare nessuno. Lui si limita, come sottolinea, ad analizzare i fatti. E i fatti sono:

1- uno sceicco si fa rappresentare da un produttore di cinema. Si può essere un po’ sorpresi che uno sceicco non abbia altra rappresentanza che un professionista che fa tutt’altro mestiere dal rappresentante (in genere un avvocato o un procuratore)?

2- diciamo che se metto il signor Di Silvio a fianco a Ferrero non c’è dubbio che sembri un gigante. Ma lo sarebbe anche mio figlio. Se però metto lo stile dimostrato fino ad oggi dal futuro DG della Sampdoria con quello di Mantovani e Garrone (padre) diciamo che da gigante passa a pigmeo (come probabilmente chiunque di noi). Ferrero non è lo standard a cui siamo abituati, è solo una pessima eccezione, una triste e becera parentesi anomala. Lo standard della Sampdoria sono i Paolo Mantovani e i Riccardo Garrone. Non dimentichiamocelo.

3- si chiede la prova di fondi che tarda ad arrivare settimane tanto che si è scelto di passare direttamente al versamento: io la prova di fondi l’ho data varie volte dagli USA come dall’Italia e dalla Spagna: meno di due ore. Non conosco le problematiche dai paesi arabi, ho chiesto a imprenditori amici negli emriati e mi hanno confermato che i tempi sono simili, quindi qualche perplessità mi rimane.

4- si chiede allora di aprire un escrow account (un conto assicurato dove depositare fondi necessari ad una operazione): aprono un conto normale con zero soldi dentro. Ora può essere che uno sceicco abituato a chiudere deal bilionari non sappia aprire un escrow account? Domanda lecita credo. Possiamo dire per lo meno che le operazioni sono state condotte un po’ alla carlona?

Cessione Sampdoria, perché la lettera di Al-Thani è stata tradotta da Di Silvio?

Cessione Sampdoria, tutti i dubbi di Stefano Versace su Di Silvio…

LEGGI ANCHE SOCIAL – Cessione Sampdoria, Di Silvio conferma la presenza di Vialli

Stefano Versace divide la sua analisi dei fatti in undici punti. Più di uno di questi è anche a favore di Francesco Di Silvio:

5- mai vista una lettera tradotta dall’arabo da un intermediario e inviata a organi di stampa per manifestare interesse a un acquisto (per non parlare del contenuto). Magari non c’è niente di male ma ancora una volta siamo lontani dallo stile di cui parlavamo.

6- sono imprenditore e conosco come ragiona un imprenditore/investitore: come dallo sceicco stesso ammesso, non conosceva minimamente la Sampdoria e decide di comprarla perché ha la maglia più bella del mondo? La trovava su Amazon a molto meno di 40M. La domanda è: perché vuole comprare la Sampdoria? Quale ragione lo ha spinto a volerla acquistare?
Perché Abramovič comprò il Chelsea dopo aver visto lo stadio passandoci sopra con l’aereo e se ne innamorò. Lo sceicco si è innamorato della maglia? Può essere benissimo, per carità, ma qualche dubbio rimane o no?

7- potrebbe essere Di Silvio a essere innamorato della Sampdoria al punto da convincere un amico a comprarla. Ma non mi sembra sia sampdoriano.

8- va bene, diciamo che ci sono ragioni che non conosciamo. La domanda che segue è: per quale ragione uno sceicco che non sapeva neanche dove fosse sul mappamondo Genova e che non conosceva minimamente la Sampdoria, decide di comprarla a scatola chiusa senza fare una due diligence? Perché decide di buttare nel vuoto quasi 200M invece di comprarsi un nuovo yacht o di aprire altri pozzi di petrolio? E non pensate che perché uno abbia tanti soldi li sperperi così a caso. Almeno non con queste cifre in ballo. Può uno avere dei dubbi senza essere tacciato di essere bibino?

Cessione Sampdoria, Versace sta anche con Francesco Di Silvio…

9- una lancia a favore del duo Di Silvio – Sceicco la spezzo volentieri perché appunto analizzo i fatti: molti criticano il continuo cambiare la data del closing volendo dimostrare con questo la scarsa affidabilità dei soggetti: sbagliate! Non avete idea quanti intoppi possano esserci per un semplice permesso di occupazione di suolo pubblico, immaginate per un’operazione come questa dove sono coinvolti trustee, tribunali e controllori. È normalissimo. Anzi forse l’unico aspetto normale di questa vicenda.

10- capitolo Vialli: è silente. Ma lo era anche con la trattativa precedente. Ognuno lo interpreta a modo suo.

11- la scelta del tecnico: ora, tu sai che tra poco sei proprietario, dici che porterai Vialli presidente e che avrai un gran progetto per il futuro: ma santo Dio, la vuoi fare una call in sede e dire la tua sulla scelta di quello che resterà il tuo tecnico almeno a libro paga? Niente, nemmeno una telefonata. Vuoi diventare proprietario della Sampdoria per cosa se non segui cosa stia succedendo in campo?

Le conclusioni di Versa sulla cessione della Sampdoria…

In conclusione, Stefano Versace sul proprio profilo pubblico di facebook sottolinea ancora, e ci trova perfettamente d’accordo, come sia brutto vedere i tifosi blucerchiati divisi “con accuse di genoanità reciprocamente scagliate”.

Qui c’è solo da sperare che Di Silvio sia riuscito a portare a Corte Lambruschini un bilionario capace di ridare lustro alla nostra amata Sampdoria. Niente altro. Solo questo.

E va acceso un cero alla Madonna della Guardia se tutto ciò sarà reale e darà risultati a cominciare dalla salvezza quest’anno.

Noi viglieremo, dato che i precedenti filtri non sono serviti e ci siamo ritrovati Ferrero.

Ma se domani invece di quel progetto faraonico al quale tutti schiacciamo l’occhiolino, ci dovessimo trovare nelle stesse situazioni ed avere un Maduro al timone della Sampdoria, beh allora qualche colpa la avremmo anche noi perché certi segnali (tanti) abbiamo preferito ignorarli, e allora avremmo poco anche da recriminare a Eduardo quando li ignoró anche lui a suo tempo spalancando le porte al peggior presidente della storia della Sampdoria.

Sperare è lecito, osservare con occhio critico è saggio, far finta di non vedere è da stupidi.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!