skip to Main Content

Cessione Sampdoria, dalla chiusura di settembre a quella di Natale: tutte le frasi di Di Silvio

di Matteo Palmisano
Cessione Sampdoria Di Silvio

In questi mesi di trattativa per la cessione della Sampdoria allo sceicco Khalid Faleh Al Thani, Francesco DI Silvio ha rilasciato molte dichiarazioni..

Continua l’attesa per la cessione della Sampdoria allo sceicco Khalid Faleh Al Thani. La trattativa va avanti ormai da mesi, ma, ancora non sono arrivati i soldi sul conto escrow. Gianluca Vidal aspetta i 40 milioni per dare l’autorizzazione alla due diligence, che non è ancora partita.

Per questa trattativa si è esposto molto Francesco Di Silvio che, il 10 settembre a calciomercato.com, aveva parlato di un’attesa molto breve:

Ma le posso confermare che la trattativa per l’acquisto della Sampdoria è reale ed è solida. Dovranno aspettare giorni, non settimane.

Nove giorni dopo, ancora a Renzo Parodi, arriva la conferma di una firma della cessione allo sceicco ai primi di ottobre. Con tanto di rivelazione sul ruolo di Ivano Bonetti Gianluca Vialli:

Lo sceicco Al Thani vuole la Sampdoria, lo confermo. Ai primi di ottobre la firma. Contiamo di essere in grado di presentarci per la firma del contratto di compravendita di fronte al notaio ai primi del mese di ottobre. Abbiamo predisposto un programma a lunga scadenza e crediamo di sapere come riportare la Sampdoria nella posizione che merita la sua storia e anche la città di Genova. Confermo, Vialli e Bonetti sono con con noi. Gli esperti di calcio giocato sono loro, spetterà a loro la parte tecnico-sportiva.

Tra il 20 e il 21 settembre Di Silvio rincara la dose. Affermando, prima, che si tratta di trattativa “agli sgoccioli” e poi attaccando Primocanale per i dubbi sollevati sulla vicenda:

Non ho mai offeso come fanno loro, li ho paragonati ai giornalisti de Le Monde, grandi ricercatori bravi a fare radiografia persino la Federal Reserve li nominerà come massima agenzia di comunicazione. La società advisor scatola vuota? Dai su un po’ di tono, “ultimocanale” primo nella vita.

Il 23 settembre, poi, la conferma a Tuttosport dell’offerta di 40 milioni e il riferimento al ruolo di Banca Masraf:

Noi abbiamo offerto 40 milioni per andare avanti con creditori che sono i veri proprietari della Samp. Vogliono prove? La banca centrale certificherà, è una procedura di tribunale. La Banca Masraf, una delle più importanti al mondo, deve mandare questa pec verso la banca che indicherà Vidal.

Di Silvio, poi, è stato anche protagonista di diversi botta e risposta. Tra il 26 e il 28 settembre ha inviato messaggi a ClubDoria46 e ha attaccato Corrado Tedeschi:

Penso che abbiamo già detto tutto ora bisogna solo agire e finire di lavorare entrambi le parti (frasi a ClubDoria46)

Mi meraviglio che un uomo di “teatro “ possa affermare cose che non sa. Non avendo mai fatto una televendita mi meraviglio che uno possa considerare cose che non conosce. La cosa ridicola che ci sono le carte poi tutto questo astio come se dovessimo rubare Genova. Signor tedeschi studi il grande Strehler se ci riesce e dopo magari afferma cose che sa ma non cose che pensa chiudo dicendo che lei è talmente surreale che Salvador Dalí in confronto ad maiora verrò alla sua prima del “ Sistina” quando? Next life? Una cosa è certa, io ho messo in piedi tutto questo per salvare la Sampdoria mentre voi criticate e non valutate e neanche vi informate (Frasi a Corrado Tedeschi).

Cessione Sampdoria, la fiducia di Di Silvio

Cessione Sampdoria, dalla chiusura di settembre a quella di Natale: tutte le frasi di Di Silvio

LEGGI ANCHE Torino-Sampdoria, Stankovic si aggrappa a Montevago: i numeri della partita

Nel mese di ottobre Di Silvio ha continuato a essere molto ottimista sulla riuscita della trattativa per la cessione della Sampdoria. Dalle parole del 1° ottobre sull’ok della famiglia Al Thani al post sui social per un “appuntamento epocale”. Fino alle frasi del 5 ottobre sull’operazione “praticamente definita” e la felicità dichiarata a ClubDoria46:

Questa operazione ha avuto l’ok di tutta la famiglia Al Thani, emiro Hamad incluso, lo zio di Faleh. Tutto procede, faremo uno squadrone.

Havana, si rientra, abbiamo un appuntamento molto importante, epocale.

L’operazione dell’acquisto della Sampdoria è praticamente definita. Stiamo concordando gli ultimi dettagli…Ci siamo. Ci siamo sempre stati. L’annuncio ufficiale? Nei prossimi giorni. Sono davvero molto felice…

È, invece, dell’11 ottobre la conferma dell’offerta vincolante fatta. In questo giorno, poi, la fatidica frase sul bonifico che sarebbe dovuto arrivare “entro 48 ore”:

I professionisti sono al lavoro. I tempi sono quelli che sono. Il prossimo step è la chiusura dell’operazione. Quando? Il prima possibile. Le garanzie sono quelle personali dello sceicco Faleh Khalid.

È stata fatta un’offerta vincolante, è stato aperto un conto escrow con veicolo già accreditato in Lega. Inoltre lo sceicco con le proprie garanzie personali ha già avviato le pratiche con le tre banche inserite nell’operazione e nelle prossime 48 ore eseguirà un bonifico.

C’è stato, poi, il post su Instagram per Vialli Bonetti definiti “fratelli d’avventura”, e la conferma del deposito dei soldi del 14 ottobre:

I soldi sono depositati bisogna garantire le cose e poi si procede.

Il 17 ottobre, Di Silvio ha risposto in modo piccato a ClubDoria46, minacciando di ritirarsi dalla trattativa sotto un articolo che riportava delle affermazioni del Secolo XIX:

Se continua così veramente non andiamo più avanti basta con articoli il prossimo articolo che esce ci ritiriamo non ne possiamo più dei diffamatori basta veramente con il cuore lo dico al prossimo articolo che non è autorizzato da noi basta ritiro tutto attenzione siamo stanchi di essere preso in giro…

Il giorno dopo è arrivata la cancellazione del profilo Facebook e, il 22, l’ultima dichiarazione:

La Sampdoria diventerà fortissima.

Poi, durante Sampdoria-Lecce del 12 novembre, un nuovo post – poi cancellato – sulla sua pagina Facebook:

Forza ragazzi vinciamo che stiamo arrivando e il momento magico. Forza Sampdoria.

In seguito, poi, al documento di Imad Aounallah riguardo la manifestazione di interesse di Al Thani, il 16 novembre è uscita un’altra intervista di Di Silvio. Questa volta a Tuttosport, a cui ha dichiarato che l’obiettivo è chiudere entro Natale:

Ora serve calma, siamo pronti a chiudere entro Natale. Stiamo andando avanti con Vidal. Nessun allarmismo. Il mondo arabo non è come il mondo occidentale. Ci sono tempi diversi. E ricordiamoci che non stiamo comprando una società che va bene, ma una società indebitata. Bisogna avere fiducia. Le cose si stanno chiudendo. La piazza non deve agitarsi. Lavoriamo giorno e notte.

Con Ivano ci sentiamo sempre. E i contatti sono sempre aperti anche con Gianluca Vialli. Sarà lui il presidente della nuova Sampdoria.

La transazione è in corso a Ginevra. Parliamo di 40 milioni più tutto il resto. Ci sono 120 milioni di debiti. Ci sono le leve finanziarie dello sceicco. Niente prestiti dalle banche. Sarà lui il padrone, sarà lui a garantire tutte le coperture. Cerchiamo di fare più in fretta possibile. Si può chiudere tutto anche prima di Natale.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!