skip to Main Content

Caso D’Onofrio, anche De Siervo chiede spiegazioni all’AIA. Le parole

di Valerio Barberi
Luigi De Siervo

Anche l’amministratore delegato della lega Serie A, Luigi De Siervo, ha parlato del caso D’Onofrio, chiamando in causa l’AIA.

Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A, è intervenuto a La Politica nel Pallone su Rai GR Parlamento. Tra i vari argomenti toccati c’è stato anche il caso D’Onofrio, procuratore capo dell’AIA e arrestato nei giorni scorsi.

Questa è una vicenda incredibile e inquietante. Non mi sento tranquillo, come Serie A seguiamo con attenzione e rispetto per chi sta indagando, ma questa cosa richiede spiegazioni convincenti. Se è vero quello che leggiamo e questa persona era una persona che trasportava i quantitativi di droga che abbiamo letto per delle cifre ridicole, mettendo a rischio se stesso, quello che rappresentava e la propria famiglia, viene difficile capire come potesse ricoprire certi ruoli.

Serie A, le parole di De Siervo sul caso D’Onofrio

Caso D’Onofrio, anche De Siervo chiede spiegazioni all’AIA. Le parole

LEGGI ANCHE Calciomercato Sampdoria, Rincon ha convinto Stankovic. Ora il rinnovo?

Poi De Siervo rincara la dose. E si chiede come sia stato possibile che fosse arrivato a ricoprire determinate cariche.

Non ho un’idea, non credo alle cospirazioni e alle leggende. Ma vorrei capire com’è stato possibile e come per oltre 13 anni questa persona sia potuta crescere in confidenza e responsabilità, senza che nessuno capisse che persona fosse.

D’Onofrio mi sembra un soldato, non un generale. È una persona che veniva mandata a picchiare o a prelevare droga. Non aveva un’autonomia piena e questo preoccupa profondamente il sottoscritto e tutto il mondo del calcio. Non troverete mai nella mia vita una dichiarazione contro gli arbitri, chiedo soltanto un’analisi profonda perché il tema che viene analizzato è alla base del lavoro che svolgiamo noi tutti i giorni.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!