skip to Main Content

Bologna, Mihajlovic ringrazia i tifosi: non vi dimenticherò mai

di Matteo Palmisano
Mihajlovic Bologna Esonero

Mihajlovic ha salutato Bologna con una lunga lettera: non potevano mancare i ringraziamenti alla città e ai tifosi per il supporto durante la malattia

Nel saluto di Sinisa Mihajlovic al Bologna c’è spazio anche – e non poteva che essere così – per i ringraziamenti per come il popolo rossoblù è stato vicino al serbo durante la malattia. Una malattia che si è presentata la prima volta nell’estate del 2019, per poi tornare la scorsa primavera.

Sinisa non dimentica l’affetto e le processioni al santuario di San Luca dei tifosi:

Non dimenticherò mai le vostre processioni al santuario di San Luca per me, gli incoraggiamenti, i “forza Sinisa non mollare” quando mi incontravate per strada, a Casteldebole, allo stadio. E la mia emozione quando ho ricevuto la cittadinanza onoraria sentendomi un bolognese tra i bolognesi.

Bologna, Mihajlovic rassicura sulle sue condizioni

Bologna, Mihajlovic ringrazia i tifosi: non vi dimenticherò mai

LEGGI ANCHE Bologna, il saluto amaro di Mihajlovic: la situazione era sotto controllo

Mihajlovic, un po’ deludo per come è finita la storia con il Bologna dopo oltre tre anni, ci tiene a rassicurare sulle sue condizioni. I controlli sono sempre più salutari e la situazione si sta ristabilendo:

Ci tengo però a dire che le mie condizioni di salute sono buone e in costante miglioramento. Io non mi sto più curando, sto solo facendo controlli sempre più saltuari. Ho seguito a Casteldebole tutti gli allenamenti in queste settimane: l’unico mio temporaneo impedimento è quello di non poter espormi per troppe ore a un sole forte. Ma non sono mancato un giorno. Nulla mi impedisce di lavorare e di andare in panchina. Non è questo il momento per analisi calcistiche sull’ultimo periodo, sul mercato, sulla gestione di alcune situazioni che non mi hanno trovato d’accordo. Ora, nel ricordare tanti momenti unici e indimenticabili, voglio solo dire grazie.

Il ringraziamento è esteso, poi, a tutti i componenti dello staff e ai dirigenti. Da Walter Sabatini Riccardo Bigon, passando anche per il presidente Joey Saputo. Sinisa non dimentica neanche i medici del Sant’Orsola, con una menzione speciale per la dottoressa Francesca Bonifazi:

Grazie agli appassionati tifosi del Bologna. Alla società, con qualche mia lecita esclusione. Al presidente Saputo che mi ha permesso di lavorare qui per tre anni e mezzo, dimostrandomi a lungo fiducia. Ai vecchi dirigenti di questi anni, da Claudio Fenucci a Walter Sabatini a Riccardo Bigon, che mi sono sempre stati vicini, in campo e fuori. Al mio staff, che mi ha sempre supportato. Ai miei giocatori che in queste stagioni non si sono mai tirati indietro: spero di averli migliorati e fatti crescere. Hanno sopportato i miei rimproveri, a volte duri, e mi hanno dimostrato in più occasioni, commuovendomi, di volermi bene come io ne ho voluto sinceramente tanto a ognuno di loro. Ringrazio infine l’ospedale Sant’Orsola, una delle eccellenze di questa meravigliosa città e cito, per tutti, la dottoressa Francesca Bonifazi.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it