skip to Main Content

Sampdoria, la linea degli ultrà non cambia: il Ferraris resterà vuoto

di Matteo Palmisano
Serie A Sampdoria Ferraris Tifosi Marassi

Nonostante le riaperture al 75%, gli Ultrà della Sampdoria continueranno a lasciare vuoto il Ferraris: i Gruppi della Sud aspettano l’abolizione delle restrizioni

L’apertura degli stadi al 75% porterà la capienza massima del Ferraris a 26.000 spettatori, ma la Sampdoria potrà contare, probabilmente, su meno di un quarto dei tifosi possibili. Continuerà, infatti, la diserzione dei Gruppi della Sud, in attesa di poter assistere alle partite senza restrizioni di numero.

Per le prossime due partite casalinghe della Sampdoria – il 22 ottobre contro lo Spezia e il 27 contro l’Atalanta – i numeri non dovrebbero discostarsi di molto da quelli visti con l’Udinese. Non ci si discosterà, quindi, dai circa 5.000 tifosi presenti contro i friulani. L’apertura del Governo, dunque, non sembra servire a molto anche se non è solo la mancanza dei Gruppi della Sud a generare questo vuoto a Marassi.

Sampdoria, continua l’assenza degli Ultrà

Coronavirus scudetto festa Sampdoria verona

Sampdoria, la linea degli ultrà non cambia: il Ferraris resterà vuoto

LEGGI ANCHE Verso Cagliari-Sampdoria, con Gabbiadini si cambia modulo?

La società proverà a venire incontro ai tifosi, consentendo di acquistare nello stesso momento sia il tagliando per lo Spezia che quello per l’Atalanta. Un vantaggio più pratico che economico, dato che non sono previsti sconti. Non ci sarà, però, nulla da fare per i Gruppi della Sud, che spiegano le loro ragioni in un comunicato ben chiaro.

Gli Ultras Tito Cucchiaroni vorrebbero, infatti, con le riaperture al 100% un’area in cui fare il tifo nella maniera più libera possibile. Come già accade in Germania, Gran Bretagna, Russia e Austria. In Italia, invece, i comportamenti irregolari sono diversi così come i rischi di prendere qualche multa.

© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top