skip to Main Content

Sampdoria, Ranieri non si nasconde: “Sono preoccupato…”

di Valerio Sabatini
Sampdoria, Ranieri Non Si Nasconde: “Sono Preoccupato…”

L’allenatore della Sampdoria ha parlato in conferenza stampa, dopo la partita persa contro il Bologna, ecco cosa ha detto Claudio Ranieri

Claudio Ranieri si è presentato in conferenza stampa, al termine della partita tar la sua Sampdoria e il Bologna. Ecco le sue parole:

“Mi preoccupa giocare anche sufficientemente bene, ma non fare punti. In queste tre partite che abbiamo giocato, dalla ripartenza, non posso rimproverare nulla ia miei ragazzi. Noi e le altre squadre sono state ferme per il Covid, poi quando riprendi non sei nella migliore condizione. La differenza è che abbiamo affrontato squadre che avevano già 90′ nelle gambe. Noi ci abbiamo messo un tempo per ritrovare lo smalto. Io sono soddisfatto, perché anche oggi abbiamo giocato, ma il goal è arrivato nel nostro momento migliore”.

“Oggi c’era un cazzotto in faccia a La Gumina e conseguente espulsione, io non come mai il Var a volte funziona e a volte no, ce lo facessero capire. Mi hanno detto che era fuorigioco di Colley, ma se la palla la prende La Gumina, invece del cazzotto, allora Colley non entra nell’azione di gioco. A me non sembra corretto che il pugno preso dal mio attaccante sia stato messo a tacere, per il fuorigioco. Tra l’altro era il nostro miglior momento nel primo tempo, nella seconda frazione di gioco, stavamo spingendo e cercavano con insistenza la vittoria, c’è stato il fallo di Medel su Tonelli, fallo per me, e l’arbitro ha lasciato proseguire. Basta capire come si deve giocare, all’Inglese? Va bene, ma non si può fare che una volta si lascia giocare all’inglese e una no”.

“La mia analisi è ovviamente condizionata, perché adesso andiamo a casa avendo perso 1-2, il Bologna è stato molto cinico, e ha fatto due reti. Non voglio entrare in polemica con il Var, perché a volte sembra funzionare a volte no. A volte ci sono le immagini, a volte no”. Ranieri ha poi proseguito parlando dei prossimi impegni in campionato che attendono la sua squadra: “Sono partite importantissime, perché con Lecce e Spal la Sampdoria si gioca la sua stagione. I miei ragazzi sono in crescita, per quanto e come corre, sono contento. Sono deluso da altri fattori, fattori di calcio, ai quali domani non penserò più”.

LEGGI ANCHE: Le pagelle, il solito disastraso Murru e terza sconfitta consecutiva

“Oggi ho perso la pazienza con l’arbitro perché alcune cose non mi convincono. Il rigore, il cazzotto a La Gumina. Io credo a quello che vedo, il secondo goal è partito su fallo di Medel su Tonelli, sono errori gravi per me. Le ingenuità in difesa? Certo che ci sono, ci sono ogni volta che prendi un goal, il mondo del calcio è pieno di momenti che ti vengono contro e questo è uno di quelli”.

La Gumina e Bonazzoli? Il primo ha fatto un lavoro tremendo, poi quando l’ho visto stanco ho messo Bonazzoli, che s’impegna molto in allenamento e questa rete è la giusta ricompensa per quello che fa giornalmente. Problemi di personalità? No perché non è un problema di personalità, solo con l’Inter la mia squadra all’inizio na ha reagito. Oggi ci hanno segnato nel nostro miglior momento. Abbiamo avuto anche la palla per pareggiare, ma l’episodio non è stato a nostro favore”.

Ranieri ha poi risposto alla domanda sul fatto di essere preoccupato: “Lo sono da quando sono arrivato, ma sono determinato e convinto che ce la faremo, mettendo in campo sempre questa voglia”.

© Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top