skip to Main Content

Sampdoria, il problema non è l’attacco

di Alessandra Campodonico
AUDERO IMMOBILE

Ci salveranno Bruno Fernandes e Duvan Zapata. Già, perché oltre all’incasso del riscatto anticipato della punta, a tenere banco è anche l’operazione che porterà Bruno Fernandes dallo Sporting al Manchester United. Si parla di 60-70 milioni di euro per l’operazione, di cui il 10% andrà nelle tasche della Sampdoria – e non di Ferrero, si spera.
Si è tanto parlato di acquisti in attacco, ma la verità è che il mercato in avanti è l’ultimo dei problemi. Al di là della prestazione di ieri, Caprari forse adesso sta tirando fuori quegli attributi, quella cazzimma che servirà per salvarci. E prima di bistrattarlo, guardiamo i numeri: ha il secondo miglior rapporto minuti giocati/gol fatti, con un gol ogni 210 minuti, davanti a Gabbiadini e  Quagliarella, dietro al solo Gaston Ramirez.
gabbiadini
E anche ipotizzando un’offerta irrinunciabile, poniamoci questa domanda: chi prendere al posto di Caprari? Al di là di qualsiasi cifra, chi oggettivamente migliore di lui, già pronto e non reduce da infortuni, sarebbe disposto ad accettare un’offerta della Sampdoria?
È la difesa il problema, ed è evidente dall’inizio del campionato: Colley a Roma ha ribadito tutta la sua inadeguatezza, Chabot ha mostrato il perché non sia stato impiegato con costanza fino a questo momento di estrema necessità. Tonelli non risolverà da solo tutti i problemi, ma probabilmente sarà in grado di tamponare alle – tante – amnesie del gambiano.
La debacle contro la Lazio lascia davvero poco spazio a riflessioni e commenti del giorno dopo: in questo momento Inaghi e Ranieri giocano in due categorie differenti, per interpreti, società e ambizioni. Ci sarà un motivo se negli ultimi 10 anni la squadra più vincente in Italia, per numero di trofei, è stata appunto la Lazio.
Prepariamoci ad altri quattro mesi al cardiopalma: domenica prossima a Marassi arriverà il Sassuolo, non più in forma come nella prima parte del girone di andata e, classifica alla mano, abbordabile. Quindi il Napoli, ancora a Marassi, e il Toro a Torino. Tre gare non impossibili, al netto dell’andamento degli avversari. Nove punti in palio: farne 7, se la Sampdoria scenderà in campo con lo stesso spirito delle gare con Milan e Brescia, sarà tutt’altro che impossibile.


Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.











Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it