skip to Main Content

Sampdoria, cosa è successo a Nicola Murru?

di Valerio Barberi
OK Image Sampdoria Murru

Da titolare fisso a riserva, Nicola Murru era uno dei fedelissimi di Marco Giampaolo ma con la Sampdoria qualcosa è cambiata…

Da titolare fisso a riserva. Questa è la parabola di Nicola Murru con Marco Giampaolo e il ritorno del Maestro a Genova. Lo aveva rilanciato il tecnico, dopo che per Roberto D’Aversa era la riserva di Tommaso Augello.

Poi però le quattro panchine di fila nelle ultime 4 dello scorso campionato. Gare importantissime per conquistare la salvezza sul campo e le gerarchie sulla fascia sinistra blucerchiata che cambiano nuovamente.

Sampdoria, Murru non è più un fedelissimo di Giampaolo?

Sampdoria, cosa è successo a Nicola Murru?

LEGGI ANCHE Verso Spezia-Sampdoria, Sabiri a caccia della prima gioia in Serie A

Gerarchia che non sono più cambiate. In estate sembrava potesse cambiare maglia Nicola Murru, con il ritorno a Cagliari che sembrava essere alla porta. Poi alla fine i rossoblù hanno preferito puntare su Barrecca e il terzino della Sampdoria è rimasto a Genova.

Solo 18′ in questa stagione, in Serie A, alla seconda di campionato contro la Juventus al Ferraris. Poi solo panchine e un infortunio che gli ha fatto saltare la trasferta di Salerno e il pareggio interno contro la Lazio.

Lecito chiedersi che fine abbia fatto Murru, eppure lui era uno dei fedelissimi di Marco Giampaolo. Il Maestro lo aveva chiesto e ottenuto all’inizio della sua avventura con il Torino, un prestito in granata che però non ha portato al riscatto da parte del club di Urbano Cairo. E anche in questo caso sono state più le panchine che le presenza in campo: 14 presenze su 28 convocazioni, 7 dal primo minuti 7 da subentrato.

E questa annata sembra essere iniziata sulla falsa riga della sua avventura a Torino e della scorsa stagione.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it