skip to Main Content

Samp, a Cagliari un passo indietro

di Gabriele Frassanito

Incredibile ma è successo proprio alla Sardegna Arena. La trasferta nell’isola dei Quattro Mori rimane sempre stregata: sprecato un doppio vantaggio, rimonta degli uomini di Maran sigillata al 96esimo con il primo goal di Cerri in Serie A.

Una sconfitta che fa male. Per il morale e per la classifica: rimaniamo fermi a 12 punti, soltanto 2 sopra la zona rossa. Una sconfitta ai punti meritata anche se la Sampdoria ha saputo sfruttare tutti i palloni che questa volta ha saputo creare e calciare in porta.

Inizia la Samp che si fa vedere subito in avanti con Jankto imbeccato da Thorsby, ma la mira lascia a desiderare. Poi esce il Cagliari e la Samp si deve difendere e lo fa bene, resistendo a tutto. Resiste e attacca quando può.

Dal 35′ al 38′ sono tre minuti di super Samp: nei primi sessanta secondi Quagliarella impegna Rafael con una rovesciata pazzesca, una delle sue. Tiro centrale che fa far bella figura a Rafael. Nel secondo minuto Pellegrini scivola e butta giù Gabbiadini. Quagliarella dal dischetto è infallibile e segna il suo nono gol contro il Cagliari, il secondo in questa magra stagione.

E’ un’altra squadra rispetto a quella timorosa e spesso inesistente vista nella precedente gestione. Il coraggio aiuta gli audaci e i ragazzi di Sir Claudio rientrano in campo con la stessa testa. Ma nel secondo tempo succede di tutto. I blucerchiati prendono in mano il gioco e colpiscono: al 52’ scambio nello stretto Ramirez-Quagliarella  e poi è  l’urugagio a mettere la palla sotto il sette dove nessuno, nemmeno l’Uomo Ragno ci può arrivare. La Samp non si ferma. Gabbiadini va in goal ma è fuorigioco (62′). Poi ci riprova dalla distanza ma la porta è troppo piccola. La trova invece Nainggolan che con un tiro da fuori non sbaglia. Fatale lo spazio che Ekdal gli lascia.

La Sampdoria è cambiata, almeno sembra. Subisce, ma non si abbatte e così arriva il terzo goal: Gabbiadini pesca Quagliarella con un lancio perfetto, il Capitano sfodera un sinistro al volo che brucia Rafael. E’ la prima volta che della stagione che la Samp fa tre goal in una sola partita. Partita finita? Purtroppo no. Il Cagliari di Maran è un squadra testarda, che non è a caso tra le prime cinque del campionato. Joao Pedro nel giro di due minuti agguanta il pareggio, con qualche responsabilità di Thorsby (seppur in un ruolo non suo).

Entrano Rigoni e Caprari per Ramirez e Gabbiadini: la Samp si spegne, solo Quagliarella ci prova ancora ma sbatte su Rafael.L’atteggiamento inspiegabilmente cambia, si tirano i remi in barca troppo presto e queste cose si pagano: al 96′ rimonta completata per il Cagliari con una testata di Cerri che ci fa perdere punti e la speranza di essere usciti dalle sabbie mobili…



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.











Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it