skip to Main Content

Nazionale, Bonucci e la trattativa per il pullman scoperto. I dettagli

di Matteo Palmisano
OK Ansa Pullman Scoperto Nazionale Bonucci Trattativa Stato

Il Fatto Quotidiano ricostruisce quella che sarebbe stata una vera e propria trattativa tra lo Stato e Bonucci per ottenere il pullman scoperto per la Nazionale

Le immagini del pullman scoperto della Nazionale che è passato per le vie di Roma in tempo di pandemia hanno riempito i cuori, ma hanno anche fatto un po’ storcere il naso. Soprattutto dopo il divieto, in molte città – tra cui Miano – di mettere i maxischermi per evitare assembramenti.

Il Fatto Quotidiano svela in esclusiva i dettagli di quella che sarebbe stata una vera e propria trattativa tra le cariche statali e Leonardo Bonucci per ottenere il passaggio con il pullman scoperto. Inizialmente, infatti, Questura e Prefettura, su indicazioni del ministro Luuciana Lamorgese, avevano vietato il passaggio per il centro di Roma. Poi qualcosa è cambiato.

I dettagli della trattativa con Bonucci per il pullman scoperto

Nazionale, Bonucci e la trattativa per il pullman scoperto. I dettagli

LEGGI ANCHE Ferrero senza limiti: la Sampdoria di D’Aversa come la Nazionale

Le visite al Quirinale e a Palazzo Chigi alle 17:00 e alle 18:30 hanno favorito l’arrivo di migliaia di persone nel centro di Roma. Con il pullman scoperto, già affittato dalla FIGC, presente nella zona di Palazzo Chigi.

Dopo l’incontro con il presidente Sergio Mattarella, Leonardo Bonucci ha discusso con i responsabili della sicurezza, che stavano ribadendo il loro no al pullman scoperto. Il difensore bianconero avrebbe anche chiesto di riportare la squadra in albergo, saltando quindi l’incontro con Draghi, se non ci fosse stata la festa con i tifosi.

L’Italia ‘vince’ la trattativa nel tragitto verso Palazzo Chigi. Proprio Bonucci, dopo l’arrivo da Mario Draghi, afferma ai cronisti presenti:

Abbiamo vinto la trattativa, poi saliremo sul pullman scoperto, lo dovevamo ai tifosi.

Rimane da capire chi avrebbe acconsentito alla richiesta della Nazionale. Stando al Fatto, Lamberto Giannini, capo della polizia, avrebbe solo preso atto della richiesta, senza un vero e proprio sì. L’episodio mette il Governo in difficoltà, soprattutto davanti a nuove richieste di evitare gli assembramenti.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!