skip to Main Content

C’è bisogno di te!

di Luca Uccello
Derby Date Manolo Gabbiadini Sampdoria

Milan e Brescia ancora prima di chiudere il girone di andata e iniziare la discesa fino a maggio con l’obiettivo di arrivare alla salvezza. Per arrivarci servono i goal di tutti, soprattutto di chi a 28 anni deve ancora dimostrare tutto il suo talento…

Manolo Gabbiadini non ha mai segnato più di dieci reti a stagione. Non ci è mai riuscito con la stessa maglia. L’unica volta che ce l’ha fatta è stata nella stagione 2014/15. Sette goal in blucerchiato fino a gennaio, prima di spingere la Sampdoria a cederlo al Napoli. Sei mesi, altri otto goal in campionato per un totale di 15 (più quattro di Coppa Italia e uno in Europa League). Ma è stata la prima e unica volta.

E Gabbia non ci è più riuscito. E otto è il numero di goal massimo che è riuscito a fare con la maglia blucerchiata indosso e Mihajlovic in panchina. Stagione precedente, 2013/14: 34 gare giocate per 2728 minuti disputati. In campo gioca più da esterno d’attacco che da prima punta. Ne segna 8 in campionato, due in Coppa Italia.

In Inghilterra fa peggio, 4 la prima stagione, 5 la seconda. Poi nuovamente l’Italia, la Sampdora dallo scorso gennaio. Nella seconda parte di stagione Giampaolo lo uso per le emergenze. Sono poche per fortuna e lui ne fa altri (o solo) quattro.

Il carattere non lo aiuta e Sir Claudio lo invita di continuo a sorridere alla Sud. Con DiFra e Ranieri gioca e non gioca, segna e non segna ma colpisce anche due pali. E’ anche sfortunato.

LEGGI ANCHE | Gabbiadini: “Esattamente come nel 2014…”

Può dare di più? Lo pensano un pò tutti. Manolo Gabbiadini ha talento, ha classe, ha il tiro e anche il colpo di testa. Ha corsa e altro ancora. Questa è la stagione giusta per dimostrare che a 28 anni compiuti da poco è arrivato il suo momento, quello di dimostrare che può fare la differenza. Ne ha segnati quattro fin qui, sono pochi, poteva farne di più, molti di più. Serve che lo faccia, servono le sue reti, belle o brutte, l’importante che siano pesanti, come quelle col Torino e col Genoa. Quelle che portano tre punti.

Dai Gabbia, sorridi, ora tocca a te salvarci!

 



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.











Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it