skip to Main Content

Le missioni compiute di Ranieri alla Sampdoria

di Filippo Tudisco

Dal suo arrivo a Genova per volontà di Massimo Ferrero la Sampdoria è cambiata. Vince, segna, subisce meno reti. Insomma dalla paura di non farcela al coraggio di osare, di pensare a qualche altro obiettivo…

 

“L’obiettivo principale per le prossime gare è migliorare in attacco”. Questa una delle missioni che Claudio Ranieri, dopo il pareggio con l’Atalanta, si era imposto di raggiungere. Detto fatto! Contro l’Udinese sono stati sfatati dei tabù importanti: primo goal dell’anno nei primi quarantacinque minuti, prima rimonta stagionale compiuta e finalmente due reti messe a segno dalla Sampdoria in una partita.
I dati positivi non finiscono qui: dopo 3 gare (contro Roma, Atalanta e Lecce), sono arrivati i primi 3 punti sfruttando la superiorità numerica.

Con Ranieri la squadra non si arrende, continua a segnare reti decisive nei minuti di recupero (prima ancora è accaduto sempre con lui in panchina con Spal e Lecce), a riprova del fatto che la Sampdoria ha ripreso a combattere per tutti i 90 minuti (e oltre). Quello che non è mai successo sotto la gestione Di Francesco. Se l’attacco ha iniziato a girare nel modo giusto solo ora, stesso discorso non si può ripetere per la difesa che nelle ultime 6 giornate risulta essere la migliore di tutta la Serie A (solo 4 reti subite).

Crisi finita in casa Sampdoria? Non secondo lo studio statistico presentato domenica sera da Sky Calcio Club. Gli ‘algoritmi’ vengono calcolati dando un punteggio preciso per ogni chiara occasione da goal o di pericolo difensivo, nei primi e negli ultimi 25 metri di campo.

Per meglio dire: stabiliscono un grado di pericolosità di una squadra al di là dei gol realmente segnati (e quello di rischio difensivo al di là dei gol realmente subiti), al fine di misurare fedelmente la prestazione calcistica e valutare in maniera oggettiva il rendimento di ogni formazione nel corso di una partita. Dati alla mano per la Sampdoria si denotano ancora grandi difficoltà nella fase offensiva. Di fatto subisce di più di quello che produce. Mettendo insieme gli indici di tutte le squadre si è potuto simulare anche una  possibile classifica al 22 Dicembre 2019.

 

Secondo il creatore di questi due algoritmi, la Sampdoria si ritroverebbe ancora in piena lotta salvezza quart’ultima a 12 punti davanti rispettivamente a Genoa, Spal e Brescia. Da quest’analisi si può intendere che i blucerchiati, alle attuali condizioni, non faranno più punti fino a Natale.

Per Claudio Ranieri si prospetta l’ennesima missione impossibile: smentire la scienza e buttare il cuore oltre le statistiche…



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.











Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it