skip to Main Content

Francia, Lille: si indaga sui soldi ricevuti per Osimhen

di Lorenzo Braccini
Osimhen Napoli Lille Francia

Francia, Lille: aperta un’indagine che riguarda i soldi ricevuti dal club francese per la cessione di Victor Osimhen.

In Francia tiene banco in queste ore una notizia legata all’acquisto di Victor Osimhen da parte del Napoli. La procura francese sta indagando in quanto, il calciatore è costato 81,3 milioni di euro, ma nelle casse del Lilla, la squadra francese che era proprietaria del cartellino, ce ne sono finiti meno di 10. In molti ricorderanno la trattativa avvenuta nella passata stagione, l’investimento del club partenopeo nei confronti del giocatore. Uno degli affari più importanti per la serie A. Ma come spiega oggi anche l’Equipe (quotidiano francese) la giustizia transalpina sta studiando da vicino documenti e movimenti sui conti correnti, per capire dove siano finiti i soldi.

La persona nell’occhio del ciclone è Gerard Lopez, l’ex proprietario del club. Il Lilla in questa stagione ha vinto la Ligue1 e da dicembre 2020 ha un nuovo presidente. Proprio la nuova proprietà, nelle mani di Olivier Letang, ex d.s. del Psg ed ex presidente del Rennes, ha avviato una revisione dei conti. C’è qualcosa che non torna, delle anomalie. Mancano dei soldi e bisogna capire dove sono finiti. Alcuni movimenti sono stati trasferiti a società di Gerard Lopez. In particolare il passaggio al Napoli di Osimhen fruttato al club francese meno di 10 milioni, quando invece dovevano essere più di 80.

Francia, il caso Lille di Osimhen, ricorda l’accusa a Ferrero per Obiang

pedro obiang

Francia, Lille: si indaga sui soldi ricevuti per Osimhen

LEGGI ANCHE Eriksen, riuscita l’operazione al cuore: a rischio il futuro in Serie A

La storia può far tornare alla memoria il caso Obiang. Era il 2015 e l’accusa era che Massimo Ferrero e la figlia si fossero indebitamente impossessati della cifra relativa al trasferimento di Pedro Obiang, vale a dire 1 milione e 159mila euro. La Procura di Roma aveva chiesto il rinvio a giudizio per il presidente della Sampdoria, accusato, assieme ad altri, di appropriazione indebita, autoriciclaggio, utilizzo di fatture false e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita. La storia poi è finita bene. Ferrero è stato prosciolto da tutte le accuse in quanto fu dichiarato dal Gup innocente: ‘il fatto non sussiste’.

In Francia sta succedendo un po’ la stessa vicenda. Ancora presto per giudicare e serviranno le indagini per stabilire un’eventuale responsabilità dell’ex presidente Gerard Lopez, in lizza per l’acquisto del Bordeaux. Lo stesso Lopez si è detto non troppo preoccupato e che si tratta solo di ‘normali procedure’.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!