skip to Main Content

DOCUMENTO ESCLUSIVO – Cessione Sampdoria: se cadono i concordati, il trust potrebbe reggere. Ecco perchè

di Gabriele Frassanito

DOCUMENTO ESCLUSIVO – Cessione Sampdoria: se cadono i concordati,  il trust potrebbe reggere. Ecco perchè

ll dott. Gianluca Vidal ha provato a tranquillizzare i tifosi in un’intervista a Primocanale (Sampdoria, Vidal prova a tranquillizzare i tifosi. Le parole)

 Vidal ha affermato che in caso di mancata approvazione dei creditori dei concordati preventivi (in particolare Farvem per cui è già fissata l’adunanza il prossimo 15 dicembre (Concordati Ferrero, confermata l’udienza per Farvem: possibile fallimento) il trust Rosan in cui  è inserita la Sampdoria non decadrebbe automaticamente. Il trustee potrebbe infatti proporre un concordato fallimentare per andare a chiudere il fallimento.

Abbiamo provato a capire come ciò sia possibile, visto che il trust Rosan è un trust di scopo strettamente legato alle vicende dei concordati preventivi.

Cessione Sampdoria: se cadono i concordati, il trust potrebbe reggere. Ecco perchè

Ragioniamo dunque sulla base dell’atto istitutivo del trust Rosan, un documento esclusivo che ClubDoria46 ha pubblicato un anno fa. (ESCLUSIVO: Concordati Ferrero, chi e come controlla la Sampdoria: ecco i documenti del Trust;  Cessione Sampdoria: come si è arrivati al trust ; Cessione Sampdoria:come avverrà la trattativa e quanto intasca Ferrero: ecco i documenti)

Focalizziamoci sull’art. 10: durata del trust. E in particolare sul termine finale.

Il trust si scioglie quando il trustee (ossia il dott. Vidal) dichiarerà:

  1. che lo scopo è stato raggiunto
  2. che lo scopo non può essere raggiunto
  3. che lo scopo è stato in parte raggiunto e in parte non può esserlo.

 Cessione Sampdoria concordati trust

Dobbiamo dunque andare a leggere la definizione di “Scopo del Trust” contenuta nell’art. 5 (che avevamo pubblicato già un anno fa).

Gli scopi sono due. Uno riguarda le aziende calabresi fallite, oggetto dell’indagine della Procura di Paola che ha portato Massimo Ferrero in carcere. L’obiettivo è di prevenire “per quanto conosciuto e possibile” iniziative giudiziarie contro la famiglia Ferrero con riferimento

L’altro scopo del trust, che qui ci interessa,  è  garantire apportando  finanza esterna “i piani concordatari, ordinari ovvero fallimentari” di Eleven Finance, Farvem Real Estate e Abaco101. Dunque non si parla solo di piano concordatario ordinario (ossia quelli presentati ad oggi da Farvem e Eleven Finance) ma è incluso anche il piano concordatario fallimentare, cui ha fatto cenno il dott. Vidal.  Il concordato fallimentare (disciplinato dall’art. 124 legge fallimentare) , in sintesi, consiste nell’accordo tra il fallito o un terzo e i creditori 

Conclusione

Dunque il termine finale del trust è legato alla dichiarazione del Trustee dott. Gianluca Vidal circa il raggiungimento dello scopo o la sua impossibilità, anche parziale sopravvenuta. Poichè lo scopo non è legato solo all’esistenza di un piano concordatario ordinario, sarebbe possibile in caso di fallimento di Farvem e Eleven Finance, che il trust rimanga valido al fine di garantire finanza esterna ad eventuali piani di concordato fallimentare. Solo in caso di impossibilità anche di questo scopo, il trust potrebbe terminare.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!