skip to Main Content

Prove incerte, ma posto fisso: lo strano caso di Colley

di Matteo Palmisano

Omar Colley sembra il vero intoccabile della difesa della Sampdoria, eppure in diverse uscite è sembrato poco sicuro

Tra i quattro centrali ora a disposizione di Claudio Ranieri l’unico sempre certo del posto sembra essere Omar Colley. Insieme a Chabot, forma la coppia dei centrali mancini blucerchiati e ha sempre vinto il ballottaggio. Anche con il Torino il gambiano sarà regolarmente al centro della difesa, come successo in 19 delle precedenti ventidue partite. Colley ha saltato solo due partite per scelta tecnica con Di Francesco e una per squalifica con Ranieri, che ha dimostrato di puntare sul difensore mancino in modo deciso.

LEGGI ANCHE Crisi Audero: Emil rialzati e para per la Sampdoria

Le prestazioni di Colley, però, spesso sono state condite da errori, come quello in marcatura su Milik nel ritorno contro il Napoli, per non citare quella prima con Caicedo. L’alternativa per la Sampdoria sarebbe Chabot che, però, dà meno garanzie e infatti è stato impiegato solo sei volte, di cui quattro insieme al gambiano (due con Di Francesco contro Fiorentina e Inter e due con Ranieri contro Lazio e Milan).

Nonostante prove insufficienti, Colley ha il posto fisso e dimostra di godere della fiducia di Ranieri. Anche nella seconda parte di stagione dovrebbe essere il punto fisso nella difesa della Sampdoria al fianco di Yoshida o Tonelli.

 



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.











Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it