skip to Main Content

Cessione Sampdoria, niente piano Barnaba: più facile passare dal trust?

di Matteo Palmisano
Tifosi Perugia Ferrero Cessione Sampdoria

La sola cessione del ramo sportivo della Sampdoria non è attuabile: il piano di Barnaba non può avere esito e così sembra meno costoso passare dal trust

La situazione in classifica della Sampdoria fa male. L’ultimo posto in classifica, con i soli due punti ottenuti nei tre scontri diretti con Cremonese, Lecce e Spezia, lascia ben poche speranze in ottica salvezza. I dieci punti di distacco dai cugini liguri sembrano davvero troppi a sette giornate dalla fine.

La salvezza più importante, però, al momento, non è quella sul campo. In società, infatti, si sta giocando la partita per salvaguardare il futuro della Sampdoria e del suo titolo sportivo. Con il rischio fallimento che è serio e che potrebbe portare una società storica come quella blucerchiata addirittura in Serie D. Una catastrofe.

Cessione Sampdoria, i costi del trust

Cessione Sampdoria, niente piano Barnaba: più facile passare dal trust?

LEGGI ANCHE Sampdoria, Djuricic delude anche dalla panchina

Le modifiche delle norme Noif della Figc hanno reso inattuabile il piano di Alessandro Barnaba di rilevare solo il ramo sportivo dell’azienda nella fase pre-fallimentare. Co le garanzie che richiede la Federazione, dunque, cercare di salvare il titolo sportivo blucerchiato sarebbe molto costoso.

Meno costoso, come scrive Il Secolo XIX, sarebbe prenderla subito, pur passando dal trust Rosan. Ovverosia versando i  40 milioni che richiede Massimo Ferrero per soddisfare i creditori dei concordati romani e ristrutturando, poi, i debiti arrivando a degli accordi con i creditori.

La cosa certa è che, in questa situazione, il rischio per la Sampdoria c’è e i tifosi, come dimostrato dalla contestazione contro lo Spezia, sono preoccupati.



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.



© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!