skip to Main Content

Il solito Caprari…

di Mario Chiari

Minuto 56 e 40 secondi della ripresa. Il Parma è sotto. D’Aversa deve attaccate. Cambia: fuori Siligardi dentro Caprari. Va a sinistra, Kucka a destra. Maglia numero 20 sulle spalle, è concentrato, deciso a fare bene. Ma non ci riesce. Non tocca mai un pallone. i compagni non lo cercano. E’ ancora presto, è appena arrivato. Ma l’investimento è stato importante, ci si aspetta qualcosa di più.

LEGGI ANCHE Ferrero spiana la strada ai successori…

Il Parma spinge, il Cagliari è falloso. Ci sono un paio di punizioni, una anche dal limite. Si avvicina al pallone, poi si allontata. Batte Hernani. Sarà per la prossima volta. Minuto 78′ palla lunghissima da destra a sinistra, quasi sul fondo: Sinistro al volo. Non è un cross, è più un tiro. Palla sopra la traversa. Fosse entrata sarebbe stato un goal incredibile. Ma non è successo. 

Inizia il recupero. Sono 5 minuti. Il Parma spinge ancora, il Cagliari si difende. Lo fa male. Traversone dalla sinistra, palla lunghissima, c’è Cornelius. E’ goal. E’ festa Parma. Non ancora quella di Caprari che cercava nuove emozioni. Speriamo le abbia trovate. Per la Samp. liberarsi di lui, non è stato un problema, anzi…



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.


© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top



Resta aggiornato! Ogni settimana gli articoli e le notizie più importanti relative al mondo blucerchiato.

iscriviti per ricevere il 10% di sconto sul sito di amaladoria.it

error: Content is protected !!