skip to Main Content

Sampdoria, non è scontato il ritorno di Romero in Serie A. I dettagli

di Valerio Sabatini

Le ultime notizie di calciomercato su Sergio Romero, riportano una frenata per il ritorno in Italia dell’ex Sampdoria. Ecco i dettagli

Sembrava essere a un passo dal ritorno in Serie A Sergio Romero, ma le ultime notizie sul portiere argentino riportano una frenata sulla trattativa con il Venezia. Ha parlato dell’estremo difensore, ex Sampdoria, il direttore generale del club lagunare.

Non è assolutamente sicuro il suo approdo. E’ vero siamo alla ricerca di un portiere, ma anche stiamo valutando anche altro.

Sampdoria, la carriera di Romero tra Genova e Manchester

Sampdoria, non è scontato il ritorno di Romero in Serie A. I dettagli

LEGGI ANCHE Sampdoria, Ferrero nuovamente innamorato di D’Aversa

Queste le dichiarazioni Mattia Collauto, dirigente del Venezia, a Il Gazzettino. Parole che quindi gettano acqua sul fuoco. Romero è finito al centro delle voci di mercato nell’ultimo periodo, ma c’era soltanto una squadra italiana su di lui.

Era stato accostato anche allo Spezia il calciatore, ma il club allenato da Thiago Motta, avrebbe deciso di virare con convinzione du Antonio Mirante, anche lui svincolato come l’ex Sampdoria, dopo la fine della sua avventura con la Roma.

Il contratto di Sergio Romero con il Manchester United è scaduto, e quindi è in cerca di una nuova squadra il portiere. Un possibile ritorno in Serie A, dopo i suoi anni a Genova. Settantaquattro partite in blucerchiato, dal 2011 al 2013 e poi dal 2014 al 2015, tra campionato e Coppa Italia.

La sua ultima apparizione in blucerchiato è datata 2015, nella stagione in cui parerà anche un rigore a Icardi, contro l’Inter. Dopo la Sampdoria il Manchester United, lo vuole Louis van Gaal. Suo allenatore ai tempi dell’Olanda, dell’AZ Alkmaar. Parte titolare, ma poi gli inglesi preferiscono puntare proprio su De Gea. Adesso l’argentino è in cerca di una nuova avventura.

© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top