skip to Main Content

Sampdoria, Ferrero-Osti finisce in tribunale. La ricostruzione

di Luca Uccello
Sampdoria Ferrero Osti Tribunale

Terremoto Sampdoria, tra Massimo Ferrero e Carlo Osti finisce male, direttamente in tribunale dopo la decisione di sospendere l’attuale Direttore Generale che in estate ha rinnovato per due anni.

Massimo Ferrero vuole licenziare per giusta causa Carlo Osti. All’ex direttore sportivo blcuerchiato promosso in estate al ruolo di direttore generale dopo l’arrivo di Daniele Faggiano viene contestato il mercato in uscita, l’incapacità di realizzare quello in entrata, problemi con lo staff tecnico oltre che una gestione non soddisfacente della Sampdoria Woman.

Contestazioni che da quanto apprende ClubDoria46 l’avvocato Mattia Grassani ha smontato facilmente una per una. Ma non è bastato per fare cambiare idea al presidente dell’UC Sampdoria. Assolutamente no. La Sampdoria, sempre nel nome del suo presidente, ha deciso di andare avanti, non reintegrare Carlo Osti dopo quasi venti giorni di ferie forzate.

Il numero uno della Sampdoria, ci raccontano particolarmente nervoso negli ultimi mesi, ha deciso di chiudere un rapporto di fiducia e stima rinnovato prima dell’inizio del mercato con un prolungamento di due anni. Contratto regolarmente depositato che mette al sicuro Carlo Osti.

Al mattino Carlo Osti era a Bogliasco al fianco della squadra

LEGGI ANCHE Sampdoria, Ferrero caccia Osti!

Una decisione che non ha sorpreso nessuno, almeno per come si erano messe le cose da qualche tempo. Nemmeno il diretto interessato che ovviamente non avrebbe voluto chiudere mai la sua storia con la Sampdoria, figuriamoci così.

La sospensione cautelativa porterà ora il Tribunale di Genova, Carlo Osti sarà difeso da Mattia Grassani, la società blucerchiata dalla studio Rigo, a decidere se ci saranno le regioni per interrompere il rapporto di lavoro per giusta causa o no.

Un rapporto che si concluderà comunqnue probabilmente con l’esonero di Carlo Osti. Proprio come un allenatore. Non è la prima volta che succede. L’attuale Dg sarà così costretto a restare a casa pur continuando a percepire uno stipendio che a oggi viene tra l’altro contestato nonostante un contratto regolarmente firmato e depositato presso la Federazione.

E pensare che al mattino Carlo Osti si era recato regolarmente a Bogliasco per svolgere il suo lavoro. Poi la convocazione in sede e l’annuncio della sua “sospensione cautelativa”. Ora la palla passa alla giustizia…

© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top