skip to Main Content

Sampdoria: il punto sugli infortunati dopo l’Inter e prima dell’Empoli

di Valerio Sabatini
Sampdoria Emergenza Albin Ekdal

Sampdoria al riposo dopo l’Inter, ecco il punto sugli infortunati in vista della gara con l’Empoli nel prossimo turno di campionato

Archiviata la gara di Marassi contro l’Inter con un pareggio, la Sampdoria avrà un giorno e mezzo di pausa. Lo ha concesso Roberto D’Aversa dopo l’ottima partita dei suoi contro i nerazzurri. Martedì pomeriggio si tornerà a lavorare a Bogliasco in vista della prossima gara di campionato: l’Empoli di Aurelio Andreazzoli.

Gara importante, dove Fabio Quagliarella e compagni proveranno a strappare i primi tre punti della stagione, dopo i due raccolti fin qui proprio con i nerazzurri e con il Sassuolo. In vista della prossima partita Roberto D’Aversa proverà a recuperare gli infortunati.

Sampdoria: le ultime sugli infortunati di D’Aversa

Sampdoria: il punto sugli infortunati dopo l’Inter e prima dell’Empoli

LEGGI ANCHE VIDEO – Gli Ultras Tito chiamano i tifosi della Sampdoria in un’assemblea aperta

Al Ferraris non c’erano Albin Ekdal, fermato da un problema alla schiena, Ronaldo Vieira, alle prese ancora con i problemi accusati tutto l’anno passato e poi Manolo Gabbiadini, uscito malconcio dalla prima di campionato contro il Milan.

Dei tre il più vicino al rientro è sicuramente lo svedese, negli ultimi giorni il centrocampista ha continuato con il suo iter di recupero tra fisioterapia e percorsi personalizzati. Più complessa le situazioni legate a Ronaldo Vieira e Gabbiadini.

In ogni caso durante le prossime sessioni di allenamento l’attenzione sarà alta su di loro. D’Aversa cercherà di riavere a disposizione almeno Ekdal. In caso contrario spazio ancora una volta a Adrien Silva, che a Marassi ha convinto tutti con un’ottima prestazione.

© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top