skip to Main Content

Sampdoria Primavera, pronti a ripetere il miracolo del 2008

di Matteo Palmisano
Sampdoria Primavera Giordano

La Sampdoria Primavera si gioca la finale scudetto in semifinale contro l’Atalanta: il gruppo di Tufano può contare su ragazzi nati e cresciuti con il blucerchiato nel cuore

La Sampdoria Primavera si gioca l’accesso alla finale scudetto contro l’Atalanta. Una sfida fondamentale per i ragazzi di Tufano, giunti all’appuntamento quasi da outsider dopo essere arrivati al primo posto nella regular season. Alle 18:00, dopo 13 anni dal successo sotto la guida di Fulvio Pea, i giovani blucerchiati possono provare a raggiungere l’ultimo appuntamento.

Quello che ha tenuto stretto e unito il gruppo di Felice Tufano è, senza dubbio, il grande senso di appartenenza di diversi giovani nati e cresciuti con la Sampdoria nel cuore. In primis il capitano e simbolo Simone Trimboli, classe 2002, cresciuto in Gradinata Sud, per continuare con Federico Gaggero. Anche lui 2002, attaccante, nato a Pegli e alla Sampdoria da ormai sette anni.

Sampdoria Primavera e il senso di appartenenza

Sampdoria Primavera, pronti a ripetere il miracolo del 2008

LEGGI ANCHE Sampdoria Primavera, alle porte l’Atalanta: i convocati di Tufano

Si continua, poi, con Francesco Migliardi, difensore classe 2003 di Quarto. La Sampdoria nel cuore, così come per Simone Giordano, nato e cresciuto a due passi da Marassi e arrivato in blucerchiato ormai undici anni fa. Di Marassi è anche Gabriele Marrale, attaccante del 2002. C’è poi Davide Canovi, 2001 di Borgorattti, tifoso della Sampdoria, che si ispira a Dennis Praet e vuole chiudere un ciclo quadriennale con la vittoria dello scudetto prima di salutare il settore giovanile.

Lorenzo Malgarida, 2003 di Finale Ligure, al quinto anno di Sampdoria, e Simone Napoli, 2002 di Savona al nono anno in blucerchiato, completano il quadro dei giovani cresciuti con il senso di appartenenza per la maglia.

Grazie anche a questo blocco Felice Tufano ha potuto plasmare una squadra vincente, che ora aspetta solo l’occasione per tornare a far vincere un titolo alla Primavera dopo 13 anni.

© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[ajax_load_more preloaded="true" preloaded_amount="30" container_type="div" single_post="true" single_post_id="44583" single_post_order="previous" single_post_target=".single-blog-article" post_type="post" pause_override="true" transition="none" single_post_taxonomy="category" scroll_distance="-1500"]
Back To Top