skip to Main Content

Diritti Tv, Ferrero contro Dazn e lo “spezzatino” – Le parole

di Gabriele Frassanito
Ferrero Lega

Diritti Tv, Ferrero contro Dazn e lo “spezzatino” – Le parole del presidente della Sampdoria all’Ansa sugli orario del prossimo campionato

Massimo Ferrero è sempre stato contro DAZN. Fosse per lui, i diritti tv della serie A sarebbero dovuti andare ancora a SKY. L’ ha sempre detto che per lui “ è un errore il calcio su Dazn“. Perchè la connessione internet di qualità non in Italia non arriva dappertutto (Diritti TV, Montanari Ferrero, DAZN e la casa al Circeo).

Addirittura il Viperetta ed Enrico Preziosi erano pronti ad andare in Tribunale (Dazn e diritti tv: Ferrero e Preziosi pronti ad andare in Tribunale)

preziosi ferrero

Ed ecco le ultime dichiarazioni al vetriolo, dopo la decisione di DAZN di spacchettare la prossima serie A in 10 diversi slot di orario (Diritti tv Serie A: dieci partite in dieci orari diversi. Si vota lunedì). Lunedì 7 giugno si preannuncia battaglia in assemblea di Lega…

Diritti Tv, Ferrero contro Dazn e lo “spezzatino” – Le parole all’ANSA

 

Lo spezzatino? Non siamo un discount…Faccio un appello a tutti i presidenti di Serie A, questa cosa è inaccettabile. Vogliono uccidere il calcio? La realtà è che cercano di fare le partite singole perché Dazn non ce la fa a trasmetterne tre alla volta, vogliono dare un’altra mano all’emittente ott.

7 slot è il format con cui abbiamo venduto i diritti. Ora se ne fai 10, il pacchetto vale di più ovviamente perché hai tutte partite separate. Perché lo dobbiamo fare gratis?

L’offerta di Dazn è 19,99 euro al mese, siamo arrivati a offrire all’appassionato le partite a un costo medio di 24 centesimi di euro l’una, stiamo impazzendo? Con Sky il costo medio era 1 euro e già era basso. E’ una proposta che domani in assemblea non deve passare. È inaccettabile

 

 

© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top