skip to Main Content

UFFICIALE – La finale di Coppa Italia aperta al pubblico. I dettagli

di Valerio Sabatini
Coppa Italia Format

Arriva la comunicazione del governo per la finale di Coppa Italia, la partita del Mapei Stadium sarà a aperta al pubblico

Riaprono gli stadi, anche in Italia, ma ovviamente con capienza ridotta. La conferma arriva direttamente dal governo, come riportato dalla Gazzetta dello Sport. Il 19 maggio, la finale di Coppa Italia tra Juventus e Atalanta segnerà il ritorno dei tifosi sugli spalti del Mapei Stadium.

Il sottosegretario Valentina Vezzali e tutto il Dipartimento dello Sport erano al lavoro da giorni, sulla parziale riapertura, non soltanto per il calcio, ma anche gli Internazionali di tennis. I tifosi quindi potranno tornare allo stadio, anche prima degli Europei, che prenderanno il via il prossimo 11 giugno.

Sulla questione è intervenuto anche il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa, che conferma la decisione presa dal governo.

La finale di Coppa Italia, Atalanta-Juventus, prevista per il 19 maggio al Mapei Stadium di Sassuolo, sarà aperta al pubblico.

In quanti potranno andare allo stadio?

UFFICIALE – La finale di Coppa Italia aperta al pubblico. I dettagli

LEGGI ANCHE Massimo Ferrero e il Palermo: la Figc blocca la trattativa?

Ma quanti spettatori potranno assistere alla partita? Il 20% della capienza dello stadio quindi circa 4.300 posti. E’ sempre il Sottosegretario Costa a rivelarlo

Dopo essermi confrontato con il ministro Roberto Speranza confermo la disponibilità del governo ad aprire lo stadio ai tifosi al 20% della capienza.

Il Cts in queste ore sta studiando il protocollo per permettere agli spettatori di raggiungere e seguire la partita, in sicurezza e nel pieno rispetto della normativa anti-Covid. Questo è un test anche in vista dei prossimi Europei, un segnale per il mondo dello sport.

La ‘palla’ adesso passa al Cts, che nella riunione di domani dovrà definire tutte le modalità della riapertura e le prevenzioni per evitare il più possibile nuovi ed eventuali contagi.

© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top