skip to Main Content

Sampdoria, rinnovo Quagliarella: il capitano rifiuta la prima offerta

di Matteo Palmisano
Quagliarella Sampdoria Lazio Flachi

La Sampdoria inoltrerà a Quagliarella la sua offerta per il rinnovo con la diminuzione dell’ingaggio: il capitano blucerchiato pensa di meritare di più

L’ultima parte della stagione della Sampdoria vedrà la squadra impegnata per raggiungere l’ottavo posto e la società per far restare a Genova Fabio Quagliarella. Il capitano non ha ancora rinnovato e il suo contratto scade il 30 giugno. I blucerchiati vorrebbero tenerlo, ma l’aspetto economico sta diventando importante nella trattativa.

La partita per il rinnovo è entrata nel vivo nei giorni scorsi. Come riporta il Secolo XIX, l’avvocato Beppe Bozzo, agente di Quagliarella, ha sondato la società provando a chiedere per il suo assistito un rinnovo alle stesse cifre di quest’anno. Le esigenze del bilancio, però, rendono difficile per Massimo Ferrero mantenere il milione annuo al suo capitano. Pertanto, il presidente è rimasto molto freddo rispetto alla richiesta.

Offerta al ribasso, ma Quagliarella crede di meritarsi il milione

Sampdoria, rinnovo Quagliarella: il capitano rifiuta la prima offerta

LEGGI ANCHE Calciomercato Sampdoria, Audero piace anche in Europa. Il punto

Alla vigilia della partita contro il Napoli, la società ha fatto sapere a Bozzo di aver pronta l’offerta per il rinnovo: 700.000 euro. Trecentomila in meno del milione attualmente percepito. Rimangono da capire le intenzioni di Quagliarella, che non sembra molto propenso a ridursi l’ingaggio dopo un’altra stagione in doppia cifra.

Entrambe le parti vogliono giungere a un accordo, ma la questione economica sembra prioritaria per la Sampdoria, soprattutto in tempi di Covid. Finora, infatti, non sono stati accennati discorsi di natura tecnica. Ovverosia, non si è ancora parlato del ruolo di Quagliarella nell’eventuale rosa del prossimo anno.

© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top