skip to Main Content

Sampdoria, Kwadwo Asamoah proposto ad un’ altra squadra di Serie A

di Valerio Sabatini
Sampdoria, Kwadwo Asamoah Proposto Ad Un’ Altra Squadra Di Serie A

Kwadwo Asamoah resta un nome sempre attuale per la Sampdoria, ma il suo procuratore lo ha proposto ad un altra squadra di Serie A

Kwadwo Asamoah è ancora senza squadra, l’ex Inter nei giorni scorsi è stato accostato anche alla Sampdoria di Claudio Ranieri.

Abbiamo già riportato come la posizione della squadra blucerchiata sia di attesa, prima c’è da valutare gli esterni che possono giocare sulla fascia mancina, attualmente in rosa. Una situazione che potrebbe anche portare il calciatore verso altri lidi, altre società. Con chi riuscirà ad accontentare le richieste del calciatore e del suo procuratore, Federico Pastorello.

L’agente nell’ultima sessione di mercato ha già lavorato per la Sampdoria, portando a Genova sia Candreva che Keita Balde. Proprio per questo motivo Asamoah resta un nome sempre d’attualità per la società di Corte Lambruschini.

LEGGI ANCHE Sampdoria, processo Obiang: nuovo rinvio per Ferrero

inter mercato asamoah sampdoriaSampdoria, Kwadwo Asamoah proposto ad un’ altra squadra di Serie A

Pastorello però si starebbe muovendo per trovare una nuova sistemazione al suo assistito e secondo quanto riporta il portale lalaziosiamonoi, lo avrebbe proposto proprio ai biancocelesti, ultimamente in emergenza sugli esterni.

La pista però è complicata, la Lazio in quella zona di campo può contare sul nuovo arrivo Fares, oltre che a Lulic, nonostante il bosniaco sia alle prese con un brutto infortunio e non si sa quando potrà tornare in campo. Un’altra possibile pista sarebbe quella legata all’allargamento delle liste per la Serie A, da parte della Figc.

Ipotesi difficilissima, perché i due cambi permessi in ottica campionato saranno effettuati per consentire l’ingresso ai veterani Radu e Lulic. Attualmente fuori dalla lista per il campionato.

Kwadwo Asamoah, dopo la risoluzione contrattuale con l’Inter, è ancora alla ricerca di un nuovo club.

© Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top