skip to Main Content

Retroscena Sampdoria, il ‘ricatto’ dello Sporting per Maximiano

di Matteo Palmisano
Maximiano Sporting Lisbona Ricatto Sampdoria Calciomercato

Prima di arrivare a Letica, la Sampdoria ha tentato di acquistare altri portieri: per Maximiano c’era l’accordo, ma è saltato per il ‘ricatto’ dello Sporting

La ricerca del secondo portiere della Sampdoria è stata a dir poco tortuosa. Prima di puntare su Letica, arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Bruges, i blucerchati stavano sondando altre piste.

I dirigenti hanno tentato di portare a Genova Adrian Semper del Chievo, ma i veronesi chiedevano troppo, poi Linner, prima del dietrofront dell’Arminia Bielefeld, e infine Maximiano dello Sporting. Su quest’ultimo c’è un retroscena molto interessante.

LEGGI ANCHE Sampdoria: Yoshida e Tonelli, i dubbi di Ranieri

Retroscena Sampdoria, il ‘ricatto’ dello Sporting per Maximiano

La Sampdoria aveva trovato l’accordo con i portoghesi per un prestito con diritto di riscatto a sette milioni, ma, al momento della firma, lo Sporting ha ‘ricattato’ i blucerchiati. Il club lusitano, infatti, pretendeva la cancellazione del debito di 4,5 milioni per la questione relativa al trasferimento di Bruno Fernandes dallo Sporting al Manchester. Trasferimento su cui la Sampdoria aveva una percentuale che ancora non è stata pagata.

I blucerchiati, sentita questa folle richiesta, hanno abbandonato la trattativa. La questione del debito è nelle mani del Tas e la Sampdoria è convinta che il tribunale obbligherà i portoghesi a saldare i 4,5 milioni. Come giusto che sia.

© Riproduzione riservata

Le foto pubblicate su www.clubdoria46.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top